Seminario "Una rosa sul banco. Il sostegno al lutto per eventi traumatici e suicidio nella rete con la scuola"

Il seminario "Una rosa sul banco. Il sostegno al lutto per eventi traumatici e suicidio nella rete con la scuola" si terrà sabato 17 febbraio 2018 al Distretto del Cinema di Parma, via Mafalda di Savoia 17a (Parma).

Gli eventi traumatici, in particolare quelli autoprocurati come il suicidio, pongono alle comunità di vita delle persone che li compiono l’esigenza di processi elaborativi di grande complessità, soprattutto se l’autore del gesto è un adolescente. Darsi conto da parte di un insegnante, di un dirigente scolastico, di un gruppo di compagni di classe del perché Francesco non c’è più o del perché Marina sia sparita non è cosa facile. In molte parti del mondo sono attivi sistemi d’intervento che aiutano i survivors ad una digestione dell’evento, contengono i rischi di emulazione ed i fenomeni di risonanza affettiva che possono essere molto intensi, danno un senso più comprensibile all’accaduto e ai vissuti che ne derivano all’interno delle organizzazioni. In alcuni paesi questi programmi si estendono agli eventi traumatici in generale (incidenti, azioni criminali, etc), eventi purtroppo tutt’altro che rari anche nelle nostre comunità scolastiche e di vita (società sportive, gruppi amicali, luoghi di lavoro) degli adolescenti. E’ attivo a Milano da alcuni anni un progetto di post vention suicidaria che vede in collaborazione alcuni soggetti pubblici e privato-sociali. Abbiamo chiesto a due degli psicologi referenti di questo progetto di raccontarcelo e di confrontarsi con noi su di esso per valutare la sua replicabilità, mutatis mutandis, nella nostra realtà. 

Qui sotto la locandina ed il programma:






Programma  
8,30: Iscrizioni  
8,50: Fabio Vanni: Presentazione  
9: Film: ‘Class Enemy’ di Rok Bicek (2013) 
11: Pausa 
Chair: Maria Angela Cavalli 
11,30: Antonio Piotti: ‘Suicidio giovanile, impatto sociale e modelli di post vention’ 
12,30: Discussione 
13: Pausa pranzo 
Chair Valentina Rodolfi e Francesca Durante 
14,30: Giulia De Monte: ‘Un modello d’intervento con il sistema scolastico’ 
15,30: Tavola rotonda con Enrica Pedrelli (chair), Michele Guerra, Andrea Grossi, Anahi Alzapiedi, Antonio Piotti, Filippo Fritelli, Fabio Vanni. 
17,30: Conclusioni e ECM 

Relatori e chairs 
Antonio Piotti: Psicologo, Psicoterapeuta ‘Il Minotauro’, Docente Filosofia Liceo ‘Agnesi’, Milano Giulia De Monte: Psicologa, Psicoterapeuta, ‘Il Minotauro’, Milano 
Anahi Alzapiedi: Psicologa, Psicoterapeuta, Dir. Attività Socio Sanitarie, Direttrice ff UOC Psicologia Clinica e di Comunità AUSL Parma 
Maria Angela Cavalli: Associazione STAY 
Francesca Durante, Psicologa, specializzanda in psicoterapia, Arc en Ciel 
Filippo Fritelli: Presidente Provincia di Parma, Sindaco di Salsomaggiore Terme 
Andrea Grossi: Dirigente Scolastico Liceo delle Scienze Umane e Scuola Secondaria di I° Grado ‘Parmigianino’, Parma 
Enrica Pedrelli: Psicologa, Psicoterapeuta, SIPEM-ER, Parma 
Valentina Rodolfi: Psicologa, Psicoterapeuta, Arc en Ciel, SIPRe 
Fabio Vanni: Psicologo, Psicoterapeuta, AUSL Parma, Progetto Adolescenza, SIPRe 
Michele Guerra, Ass.re Cultura e Politiche Giovanili Comune di Parma 

Organizzazione: STAY, Arc en Ciel, SIPEM-ER, SIPRe, Comune di Parma, Asl di Parma, Provincia di Parma, patrocinio Regione Emilia Romagna 



Convegno a Modena "L'organizzazione delle manifestazioni pubbliche. Le nuove direttive. L'evento Modena Park"

Sabato 25 novembre 2017 si è tenuto a Modena il Convegno dal titolo "L'organizzazione delle manifestazioni pubbliche. Le nuove direttive. L'evento Modena Park", organizzato dall'Ordine degli Ingegneri di Modena. SIPEm SoS ER era presente con un intervento dal titolo "Gestione psicologica delle emergenze nelle manifestazioni pubbliche".



Qui sotto la locandina dell'evento e alcuni scatti della sala durante la mattinata.








"Strategie di sicurezza e protezione della folla, verso scenari futuri", Convegno a Parma


"Strategie di sicurezza e protezione della folla, verso scenari futuri", Convegno a Parma il 20 ottobre, organizzato da SIPEM SoS ER in occasione del 10° anniversario della sua nascita.











Prova di evacuazione in collaborazione con l'ASL di Parma.

Si e' svolta giovedi 22 giugno 2017, presso il DUS (Direzionale Unico Sanitario) di ASL Parma, una prova di evacuazione per allarme incendio che ha visto alcuni psicologi soci SIPEm ER a fianco dell'Ufficio di Prevenzione e Protezione di ASL Parma, in virtu' della Convenzione con ASL.

Il lavoro di osservazione e simulazione ha permesso di poter vedere più chiaramente alcuni punti critici e il bisogno formativo dei dipendenti ASL. Con la dr. ssa Bertoli, responsabile della prova, SIPEm ER sta sviluppando una modalita' piu' strutturata con cui poter essere presente e con la speranza - in futuro - di poterla sperimentare, sempre in questa fattiva collaborazione con l'ASL.



  
Alcuni momenti dell'esercitazione


I soci SIPEm ER  presenti all'esercitazione

Incontro serale dal titolo "L'emergenza psicologica: dallo squarcio del senso di sicurezza al ripristino della normalità".

Giovedi 8 giugno, presso la sede della Protezione Civile di Parma, si è tenuta una serata dal titolo "L'emergenza psicologica: dallo squarcio del senso di sicurezza al ripristino della normalità" L'incontro è stato l'occasione per la presentazione dell'esperienza vissuta in Umbria, nel post terremoto del 2016, da tre socie SIPEm ER, Enrica Pedrelli, Emanuela Alfieri e Anna Nardoni.
Durante la serata hanno presentato la loro esperienza di assistenza psicologica a supporto della popolazione umbra, effettuata con l'Associazione EMDR a Norcia e dintorni.   

Anna Nardoni, Emanuela Alfieri ed Enrica Pedrelli, hanno raccontato impressioni, emozioni e sensazioni di questa lunga e coinvolgente esperienza, non solo professionale, iniziata la scorsa estate e non ancora del tutto conclusa. E' stata anche un'occasione per i partecipanti per riflettere sull'evolversi del disagio e delle condizioni di vita delle popolazioni terremotate dell'Umbria.
L'evento è stato organizzato in collaborazione con OPP (Osservatorio Psicologi Parmensi).



                                                   Un momento della serata

SIPEM SoS ER presente a Vigarano Mainarda (Fe) per la celebrazione in ricordo del sisma del 2012.

Il 25 maggio SIPEm SoS ER è stata presente a Vigarano Mainarda (FE) per la celebrazione dei 5 anni dal terremoto dell'Emilia nel 2012. Durante quel sisma SIPEM ER è intervenuta con  propri soci, su richiesta diretta del Sindaco Barbara Paron che ieri ha voluto anche la nostra testimonianza sull’intervento fatto con la popolazione, gli insegnanti e i dipendenti comunali fin dai primi giorni dell’emergenza.
Alla tavola rotonda erano presenti: Roberto Giarola (Delegato del Dipartimento di Protezione Civile); Paola Gazzolo (Assessore Regionale alla Prot Civile), Marco Iachetta (Presidente Regionale ANCI – Ass. Naz Comuni Italiani), Barbara Paron (Sindaco), Alessandro Berselli (Assessore), Roberto Guerra (Presidente Ass. CB Enterprise Vigarano Mainarda), moderatore della serata è stato il giornalista Luca Calzolari (direttore del giornale “Prot Civile.it”). Erano presenti molte autorità locali (Prefetto di Ferrara, comandante Vigili del fuoco, molti volontari).
La serata è stata preceduta da un aperi-cena offerto ai relatori . In tale occasione abbiamo avuto modo di conoscere meglio le differenti professionalità istituzionali e politiche presenti e di porre le basi per eventuali collaborazioni future.

L’intervento del nostro Presidente, Enrica Pedrelli, ha ricevuto molta attenzione da parte di tutti i relatori e consensi dalla platea.  In sintesi  nel nostro intervento è stata sottolineata l’importanza di intervenire in tempo nella prevenzione del disagio. A Vigarano, infatti, siamo intervenuti dopo 3 giorni dal disastro, con una tempistica un poco rara nel mondo della Protezione Civile, in relazione al soccorso psicologico.  I nostri interventi nel 2012 hanno avuto come obiettivi prioritari: gli insegnanti (a 3 giorni dal disastro) e la popolazione (a 6 giorni). Gli interventi sugli insegnanti hanno permesso un’apertura delle scuole nei tempi regolari e un rafforzamento della resilienza  anche per la successiva  forte scossa verificatasi la settimana seguente.

L’incontro a Vigarano è stata anche l’occasione per concordare con Roberto Guerra (Presidente Ass. CB Enterprise Vigarano Mainarda)  la nostra partecipazione al campo scuola che si terrà l’ultima settimana di luglio a Vigarano.  Il campo scuola è una esperienza intensa e piacevole dedicata ai ragazzi delle scuole medie che iniziano a conoscere il mondo della Protezione Civile, al fine di costruire una cultura del rischio ed una partecipazione alla cittadinanza attiva fin dalla giovane età.



Enrica Pedrelli durante il suo intervento.